Archivi tag: indiegesta

Photoweek 5, workshop sul ritratto

Il ritratto, da sempre ritenuta una delle più affascinanti branche della fotografia, vive nel perfetto equilibrio tra conoscenza tecnica e empatia, e se la prima viene ampiamente analizzata dal fotografo neofita, la seconda viene spesso tralasciata. In realtà, creare il giusto feeling con il soggetto da fotografare è la cosa più complessa da ottenere ed è proprio ciò che fa la differenza.

Di certo, conoscere le ottiche più adatte, il giusto tipo di luce, le varie pose da far assumere al soggetto fotografato, sono fondamentali per ottenere un bel ritratto, ma il vero segreto per catturare un ritratto efficace è racchiuso nel saper comunicare.

La comunicazione è importante, non solo con il soggetto da fotografare, ma anche con ogni collaboratore presente in sala, saper coordinare assistenti, make up artist, stylist e parrucchieri è la chiave per rendere l’ambiente lavorativo armonioso e funzionale, per ottenere il massimo dalla sessione fotografica.

La Photoweek di quest’anno sarà dedicata al ritratto, oltre alla Mostra “Social/E”, un interessante workshop a cura di Francesco Pinto. Il corso sarà diviso in due, il primo giorno, martedì 19 settembre, ritratti in studio, con modelle, truccatrici, parrucchiere, costumiste, si svolgerà presso la sala pose dello Studio Creativo, in via Solferino. Il secondo giorno, mercoledì 20 settembre, sarà dedicato alla post-produzione, e si svolgerà nelle sale del Castello dei Conti di Ceccano, in piazza Mancini.

Iscrizioni Aperte. Max 15 posti. Per chiedere info sui costi e prenotare l’iscrizione è necessario inviare una mail avente come oggetto “Prenotazione WS Ritratto” all’indirizzo indiegesta@gmail.com, indicando nome, indirizzo, telefono, email, entro il 18 settembre.

FRANCESCO PINTO

mia_web
Classe 1985, Laureato in “Media Art” presso Accademia di Belle Arti Frosinone, scopro la fotografia durante gli studi universitari e ne resto affascinato.

Inizio come tutti, compro una reflex e inizio a scattare una gran quantità di foto, cercando di capire se quello del fotografo potrà mai essere il mio mestiere.

Nel 2014, dopo varie esperienze lavorative in Italia e all’estero, inizio a provarci seriamente, ho l’occasione di collaborare con un’azienda romana, la Zac, che da 30 anni si occupa di fotografia, grafica editoriale e comunicazione, e proprio con loro inizia la mia attività da professionista.

Mi occupo principalmente di fotografia di moda, sportiva e ritrattistica e sono specializzato nella post produzione fotografica.

Ho lavorato per: Miss Grand Prix, Mister Italia, Paolo Di Pofi Hair Stylist, AltaRoma, New Faces, Woman & Bride, MTV, Federazione Motociclistica Italiana, Piaggio, Bosch, Ducati, Honda, BMW, Althea Racing, Althea ceramiche, Motul, Pirelli.

I miei lavori sono stati pubblicati su: Vanity fair, Vip, Eva tremila, Corriere dello Sport, gazzettadellosport.it, corsedimoto.it, Moto sprint, Moto italia, Woman and Bride, AR “Architetti Roma”, Ciociaria Editoriale Oggi, La Provincia Quotidiano.

Parole nel Cassetto 4.0, la sfida delle idee

Parole nel Cassetto cambia veste e da semplice concorso letterario si trasforma in contest per soggetti cinematografici.

Organizzato da IndieGesta, l’evento arriva alla sua quarta edizione con una formula completamente rinnovata rivolta ad un pubblico giovane e innovativo, agli appassionati di scrittura ma soprattutto agli “inventori” di storie per il cinema.

Il bando sarà online dal 15 marzo al 15 giugno 2017, i partecipanti potranno cimentarsi in soggetti dedicati al tema dell’Immagine, come “ossessione” dei nostri tempi e forza preponderante su qualsiasi tipo di innovazione digitale.

Altra innovazione sarà l’introduzione nel bando di una sezione rivolta ai progetti internazionali.

A conclusione dell’analisi dei lavori in concorso verrà organizzato un evento di premiazione che mostrerà la letteratura come cardine di ogni espressione di creatività e arte, facendo riferimento a Goldoni, passando per Antonioni, arrivando a Steve Jobs.

Per leggere il Bando integrale cliccare sul seguente link: https://indiegesta.com/bando-parole-nel-cassetto/

A Zakopane un pezzo del nostro cuore

Come 2Gether è stata una sfida dove ognuno di noi ha sfondato il muro delle proprie consuetudini, fatto di tutti quelli che credevamo fossero i nostri limiti.

Siamo stati catapultati in giornate fittissime fatte di ballo, canto, recitazione, dibattito; tutto questo assieme a ragazzi come noi, provenienti da tutta Europa: in una sola parola, è stato un incontro, disarmante e meraviglioso, nel bel mezzo della neve di un paese polacco.

Non tutto è stato facile; seguire i ritmi, fare i conti con la lingua cercando di non perdere pezzi, e avere a che fare con le discipline stesse, per alcuni mai sperimentate.

Ma non c’è preoccupazione e non c’è fatica che tenga di fronte all’incontro con gli altri, questi esseri sconosciuti e distanti centinaia di chilometri che abbiamo riscoperto come amici e compagni, e in cui abbiamo trovato qualcosa di noi stessi, e molto del Mondo. E assieme ai chilometri che ci separavano sono scomparsi anche i pregiudizi, le paure infondate, l’ignoranza.

E Zakopane, nonostante i suoi -10° non è mai stata così calda.

Alessia Cristofanilli

Viaggiare è una brutalità. Obbliga ad avere fiducia negli stranieri e a perdere di vista il comfort familiare della casa e degli amici. Ci si sente costantemente fuori equilibrio. Nulla è vostro, tranne le cose essenziali – l’aria, il sonno, i sogni, il mare, il cielo – tutte le cose tendono verso l’eterno o ciò che possiamo immaginare di esso.

(Cesare Pavese)

15724830_1814022078852331_7096682096815385225_o

Volete partecipare ad un ERASMUS +?

RICERCA PARTECIPANTI  A PROGETTO ERASMUS + IN POLONIA!

Da qualche anno IndieGesta aderisce e partecipa a scambi e progetti europei nell’ambito del programma Erasmus +. Decine di giovani membri dell’associazione hanno girato l’Europa prendendo parte a seminari, workshop, progetti teatrali e cinematografici su tematiche come il lavoro giovanile, il razzismo, l’integrazione. Da quest’anno abbiamo deciso di coinvolgere anche altri giovani del nostro territorio. Per questo siamo alla ricerca di 3 volontari, tra i 18 e i 22 anni, per un progetto dal titolo Come 2Gether, che avrà luogo dal 13 al 21 dicembre nella città di Zakopane, famosa località sciistica situata nel sud della Polonia. Al progetto hanno aderito altre nove organizzazioni provenienti da Austria, Spagna, Portogallo, Grecia, Bulgaria, Ungheria, Macedonia, Romania e Polonia.

Il progetto si propone di realizzare uno spettacolo di arti visive sul tema della lotta al razzismo e alla xenofobia da mettere in atto nel teatro civico di Zakopane. Durante lo scambio i partecipanti potranno così conoscere e socializzare con i loro coetanei europei e affrontare tematiche serie e di attualità.

I costi dello scambio (spese di viaggio, vitto e alloggio) saranno a totale carico dell’Unione Europea. Per candidarsi è necessario inviare il proprio curriculum vitae al seguente indirizzo email: indiegesta@gmail.com entro venerdì 7 ottobre. I colloqui per le selezioni avranno luogo sabato 8 ottobre dalle ore 15 presso il Cinema Italia, Borgo Garibaldi, a Ceccano.

logo-plus_0

Arriva MusicaInFasce, la musica per i bambini da 0 a 3 anni!

Sabato 1° Ottobre dalle 16 arriverà finalmente anche nella nostra città la Music Learning Theory di Edwin Gordon, una tecnica rivoluzionaria dedicata all’insegnamento della musica ai bambini. La versione che presenteremo sarà Musicainfasce, dedicata ai bambini da 0 a 3 anni. La lezione sarà tenuta da Malvina Picariello, insegnante AIGAM (Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale) e sarà gratuita, con intenti dimostrativi per valutare la possibilità di organizzare un corso stabile. Per organizzare al meglio sarebbe preferibile prenotare la propria partecipazione con una email al nostro indirizzo indiegesta@gmail.com, ma sarà comunque possibile partecipare anche venendo direttamente quel giorno.

Cos’è la Music Learning Theory?
La MLT si fonda sul presupposto che la musica si possa apprendere secondo processi analoghi a quelli del linguaggio. Il bambino è immerso nella propria lingua madre fin dalla nascita e ne assorbe la sintassi. Attraverso tentativi di imitazione dei suoni sviluppa un proprio vocabolario prima ascoltato, poi parlato ed infine, in età scolare letto e scritto. Con la MLT si propone un percorso analogo che permetta al bambino di essere immerso nella musica ed assorbirne la sintassi attraverso l’ascolto, l’esplorazione dei suoni, del movimento libero e fluido e attraverso il gioco, terreno fertile di scambio con l’insegnante. Grazie ad un’esposizione ampia e continuativa a suoni e musica il più possibile varia e complessa, dopo una fase di ascolto il bambino passerà ad una fase di imitazione, per poi
giungere ad una di assimilazione in cui comprenderà la sintassi musicale e comincerà ad utilizzarla in modo accurato.

Chi è Edwin Gordon?
Edwin E. Gordon è conosciuto in tutto il mondo come ricercatore, autore, e formatore nel campo dell’educazione musicale.Dopo essere stato Carl E. Seashore Professor of Research in Music Education alla Temple University di Philadelphia, dal 1997 è Distinguished Professor in
Residence presso la University of South Carolina.
Oltre ad aver svolto importantissime ricerche scientifiche, empiriche e osservative e ad aver svolto il ruolo di relatore di moltissime tesi di dottorato (Ph.D.) in music education, Edwin E. Gordon ha dedicato molti anni all’insegnamento della musica a bambini fin dall’età prescolare. Ha dato importantissimi contributi allo studio dell’attitudine musicale, dei tipi e stadi di audiation, della Music Learning Theory, del movimento nell’apprendimento musicale e dell’improvvisazione per nominare solo alcune
delle aree in cui ha prodotto ricerche e testi. Prima di dedicare la sua vita al campo dell’apprendimento musicale ha ottenuto un Master Degree in performance di Contrabbasso presso la
Eastman School of Music della Rochester University e ha suonato nella band di Gene Krupa per poi prendere il Ph.D presso la University of Iowa nel 1958.
Il Professor Gordon è Presidente Onorario dell’AIGAM dalla sua fondazione nel 2000 e ha riconosciuto l’AIGAM come l’unica associazione ufficialmente autorizzata ad insegnare la Music Learning Theory in Italia.

gordon

Suraíz, la rivoluzione culturale continua..

Arrivare alla fine di Suraíz è stato come scendere da una vecchia corriera dopo aver percorso migliaia di kilometri tra la Patagonia e la Bassa California. Abbiamo viaggiato, e con noi un pubblico variegato, curioso e divertito, attraverso usanze, colori, suoni e sapori di una terra magica, che mescola le tradizioni europee con quelle pre-colombiane. Una terra, l’America Latina, che è sacro e profano, bianco e nero, triste e divertente, un meltin pot che in un evento di poche ore siamo riusciti, anche se in minima parte, a ricreare e ad offrire ad una città che si dimostra sempre più aperta verso le diversità culturali. Suraíz è stato un evento diverso dal solito, non solo per le tematiche e le iniziative proposte, ma è stato diverso perché ha modificato la tradizionale concezione di evento radicata nei nostri territori.

Un esperimento riuscito. Un altro tassello di un mosaico che già dall’inizio dell’anno stiamo cercando di costruire per reinventare il modo di fare cultura nel nostro Paese. Stiamo per festeggiare i 15 anni di attività e abbiamo, tra gli oltre 50 soci attivi, una media età al di sotto dei 26 anni: chi più di noi ha il dovere di sperimentare?

Sono state decine le persone che ci hanno dato una mano, e ringraziarle singolarmente potrebbe risultare difficoltoso e insidioso perché il rischio di dimenticare qualche nome è alto. Per questo ringraziamo con un caldo abbraccio latino, di quelli che ti stritolano le costole, tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di Suraíz. Ognuno di loro ha contribuito a realizzare questo sogno ad occhi aperti. Ognuno di loro ha impiegato tempo e passione in un progetto nuovo, fresco e stimolante. Tutti noi siamo usciti arricchiti da questa esperienza, che è sì stata stancante, ma dalla quale usciamo fuori più determinati che mai.

Per ultimo, una nota agrodolce. Lo ringraziamo, il Comune di Ceccano, perché da 15 anni ci sostiene sempre, in ogni occasione. Da 15 anni si fida di noi, un manipolo di pazzi che con una spesa di appena 96 euro ha messo in piedi un evento internazionale alla Villa comunale, costato zero alle casse comunali. Si fida talmente tanto, che nessun rappresentante istituzionale viene mandato a controllare, o a presenziare. Questo è indice di fiducia, non siamo ironici, lo pensiamo davvero. Ci avrebbe fatto piacere, è chiaro, avremmo offerto un fresco bicchiere di tamarindo, o due chiacchiere in allegria. C’erano tanti eventi in giro, ed era sabato. Li giustifichiamo, sarà per il prossimo evento.

 

DSC_9085

 

Sabato 28 sarà finalmente Suraíz!

Dopo il rinvio, è finalmente arrivato il momento di Suraíz. Sabato 28 Maggio a partire dalle ore 16 alla Villa comunale di Ceccano un pomeriggio all’insegna delle charlas, i dialoghi e scambi di opinioni classici dell’America Latina, da intraprendere magari seduti sul prato sorseggiando un mate; delle piñatas, il gioco tradizionale messicano per eccellenza, con i bambini mascherati che cercheranno di rompere la piñata e scoprirne le sorprese.

Questo il programma di eventi:

Ore 16.00 Apertura Evento con Aree Espositive, Gioco delle piñatas per bambini e proiezione del film di animazione “Il Libro della Vita” di Jorge Gutierrez;

Ore 17.00 Geografia Gastronomica dell’America Latina, dimostrazione culinaria a cura dello chef Danilo Diana dell’Associazione “Amici del Messico”.

Ore 18.00 Proiezione del documentario “Un Azard Habanero”, di Chiara Bellini e Francesco Scura, alla presenza degli autori.

A seguire Aperitivo Latinoamericano e Reading dedicato al Premio Nobel per la Letteratura Gabriel Garcia Marquez.

Da inizio a fine manifestazione, musiche, suoni, immagini e colori dell’America Latina. Un evento da non perdere!

13217267_1716791895242017_6887522633211679706_o

Suraíz, il meteo è avverso, rinviamo al 28 maggio

Ci abbiamo provato fino all’ultimo a sfidare le condizioni atmosferiche ma, alla fine, dobbiamo arrenderci. Suraíz, il nostro evento dedicato all’America Latina, è rinviato causa maltempo a Sabato 28 Maggio, dalle ore 16, sempre alla Villa Comunale di Ceccano.

Il lavoro certosino, la preparazione, gli sforzi delle decine di volontari che stanno lavorando con passione a Suraíz non possono rischiare di essere compromessi dalla pioggia. Il 28 maggio sarà per tutti coloro che decideranno di intervenire un pomeriggio indimenticabile, questo possiamo prometterlo!

Restate aggiornati, continueremo a informarvi su tutte le novità.

13095943_1710593695861837_7185762323288997026_n

Suraíz, il programma

Sarà una serata speciale, all’insegna delle charlas, i dialoghi e scambi di opinioni classici dell’America Latina, da intraprendere magari seduti sul prato sorseggiando un mate; delle piñatas, il gioco tradizionale messicano per eccellenza, con i bambini mascherati che cercheranno di rompere la piñata e scoprirne le sorprese.

L’evento promosso da IndieGesta per Venerdì 13 maggio alla Villa comunale di Ceccano sarà una vera e propria esperienza nel mondo magico dell’America Latina. Questo il programma di eventi:

Ore 18.00 Apertura Evento con Aree Espositive, Gioco delle piñatas per bambini e proiezione di un film di animazione;

Ore 18.30 Geografia Gastronomica dell’America Latina, dimostrazione culinaria a cura dello chef Danilo Diana dell’Associazione “Amici del Messico”. A seguire Aperitivo Latinoamericano e Reading dedicato al Premio Nobel per la Letteratura Gabriel Garcia Marquez.

Ore 21.00 Proiezione del documentario “Un Azard Habanero”, di Chiara Bellinie e Francesco Scura, alla presenza degli autori.

Da inizio a fine manifestazione, musiche, suoni, immagini e colori dell’America Latina. Un evento da non perdere!

SuRaíz, il 13 maggio l’America Latina a Ceccano

Il 2016 è l’anno delle sperimentazioni per IndieGesta, dopo l’Earth Day arriverà il 13 maggio “SuRaíz”, dalle 18 fino a tarda sera tra la Biblioteca e la Villa comunale di Ceccano.

SuRaíz racconta già nel nome stesso, un’identità.

La radice del Sud, di un Sud dalle coordinate geografiche molto ampie, un territorio immenso che si estende dal Messico fino alla Terra del Fuoco e che abbraccia la pluralità e la particolarità delle culture che lo compongono.  IndieGesta presenta un viaggio attraverso l’America Latina, il continente delle molteplici appartenenze culturali, delle forti contraddizioni sociali e di rilevanti produzioni culturali e artistiche. SuRaíz vuole essere un’esperienza condivisa che, all’interno della comune cornice di lingua spagnola,  indaghi il panorama culturale di quattro aree in particolare: Messico, Cuba, Colombia e Argentina.

SuRaíz sarà un’esperienza condivisa con tante persone ispanoamericane che meglio di qualsiasi pagina, tela o pellicola ci racconteranno e si racconteranno. D’altronde come amava affermare lo scrittore cubano, Alejo Carpentier  “Los mundos nuevos deben ser vividos antes de ser explicados” (I mondi nuovi devono essere vissuti prima di essere spiegati).

Attraverso questo nuovo tipo di esperienza il pubblico si ritroverà immerso nei colori, nei suoni, nei sapori e negli odori dei 4 Paesi scelti per questa prima edizione. Ne potranno ammirare la storia, l’arte, le immagini, gustarne i cibi, ascoltarne il ritmo, discutere la loro storia, la loro politica, la loro cultura. Sarà un viaggio di cui a poco a poco nei prossimi giorni vi sveleremo le tappe.