Feeds:
Posts
Comments

Ci sono stati momenti in cui avevamo pensato di abbandonare questo percorso, perché la formula concorso non decollava e per le nostre casse diventava oneroso.

Poi la svolta, perché non farlo diventare un percorso dinamico nel mondo della letteratura di oggi?

Così abbiamo avviato un laboratorio di scrittura creativa, che ha portato dieci allievi a realizzare una raccolta di racconti vivace e interessante, Bandini & Co., il cui ebook è on line (http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/narrativa/259686/bandini-co-2/).

Di seguito, due micro-eventi dirompenti, il contest da 200 parole e il book crossing, che hanno scosso e svegliato una provincia sonnecchiosa, riportando l’attenzione sulla necessità estrema di questa società verso due azioni primarie della vita: leggere e scrivere.

Una esigenza primaria di cui abbiamo parlato poi durante l’evento di sabato scorso, tutte le nuove forme di letteratura, da quelle per i più piccoli a quelle brevissime, per i lettori pigri di questa epoca.

Un approccio nuovo e diverso, lontano dai salotti chic e da chi pensa che leggere sia roba per pochi.

Per questo evento tutto rinnovato, che è stato come una ventata di freschezza contro la calura estiva, ringraziamo come di consueto tutti gli ospiti, i partecipanti, tutti coloro che ci hanno aiutato e sostenuto, dagli sponsor che hanno messo in palio i premi per il contest fino al Comune di Ceccano, che non fa mai mancare il supporto logistico necessario.

Adesso ci fermeremo per un po’, gennaio è più vicino di quanto non sembri, e il DFF12 ha già superato le 1500 iscrizioni… il lavoro non mancherà.

13652905_1736626133258593_7713544069182110329_o

Era mezzogiorno, il 22 giugno 2001, quando tutto ebbe inizio.
Era una giornata simile a quella di oggi, piena di speranza, ricca di quell’energia adrenalinica che ancora oggi, passati questi primi 15 anni, riempie il cuore di ognuno di noi.
Cosa siamo stati e cosa abbiamo fatto ve lo abbiamo raccontato ogni giorno, fin nei primi anni, quando i social non esistevano ma la vita vera sì.
Vi diciamo, invece, cosa non siamo stati, e cosa non abbiamo fatto:
Non siamo stati un’associazione di politici mascherati nata ad hoc per fare un evento e poi tirata fuori ad ogni occasione.
Non siamo stati dei paraventi, dei nomi che nascondevano qualcun altro che non voleva mostrarsi. Siamo stati sempre noi, pur cambiando tanto, con perdite e nuovi ingressi. Il nostro nome, solo quello abbiamo sempre rappresentato.
Non siamo stati degli adulatori, anche quando all’inizio eravamo pochissimi e ci sarebbe servito per sopravvivere. Abbiamo mangiato le ghiande come in tempo di guerra e siamo andati avanti.
Non siamo stati quelli che, negli anni d’oro degli emendamenti regionali che portavano soldi a pioggia, andavano a bussare dai politici per avere un pezzo di pane. Ci siamo messi sotto al tavolo, abbiamo raccolto le briciole degli altri e con quelle siamo andati avanti.
Non abbiamo fatto “quello che volevamo” perché comandava una fazione politica amica. Abbiamo fatto, e facciamo tuttora, “quello che volevamo” perché abbiamo sempre mantenuto gambe, piedi e cervello liberi di agire e difendere sempre la nostra libertà. Il rispetto e la considerazione ce li siamo guadagnati a colpi di tigna, e chi pensava negli anni di toglierceli ha riscontrato quanto sia potente la testardaggine di fronte alla prepotenza.
Non abbiamo mai avuto la pretesa di piacere per forza a tutti, perché siamo umani e anche a noi non piacciono tante cose, senza però nutrire per questo il gusto perverso di scrivere costantemente bugie e falsità su di loro. Ad esempio: non abbiamo mai chiesto ai nostri soci di snobbare gli eventi altrui, come molti pettegolini dicono, ma abbiamo fatto sempre il contrario, invitando ad aprire la mente.
Ecco qui, quando corri tanto su percorsi tortuosi è facile che qualche sassolino ti entri nelle scarpe. Per celebrare questi nostri primi 15 anni ci siamo fermati un secondo, abbiamo scrollato le scarpe e fatto uscire i sassolini.
Ora siamo pronti a ripartire freschi e riposati, forti per correre di nuovo per raggiungere quella rivoluzione culturale che, ormai da adolescenti tenaci, ci siamo messi in testa di fare.
Buon Compleanno, IndieGesta!
DSC_0801
Sareste capaci di scrivere una storia di sole 200 parole in un’ora? Mettetevi alla prova con il contest A Colpi di Penna, l’evento di apertura di Parole nel Cassetto (https://www.facebook.com/events/149156375494571/).
 
Venerdì 1° Luglio, dalle 19.30 alle 20.30, i partecipanti (iscrizione gratuita) riceveranno un foglio, una penna e due indizi a sorpresa su cui incentrare la loro storia di 200 parole esatte.
 
Una volta consegnate, le storie saranno caricate su un album della pagina facebook di IndieGesta e tutti gli utenti potranno votare le loro preferite per una settimana. I vincitori saranno decretati Sabato 9 luglio durante l’evento di Parole nel Cassetto.
Il primo premio consiste in un buono acquisto del valore complessivo di 100 euro messo a disposizione dalle librerie Ubik e Il Grillo Parlante di Frosinone. I migliori racconti saranno letti in pubblico.
 
L’evento sarà ospitato dagli amici di Cerevisia Vetus, la famosa birreria artigianale di viale Fabrateria Vetus (di fronte al Liceo Scientifico) di Ceccano. Il regolamento completo sarà diffuso ai partecipanti prima dell’inizio della serata.

grafica contest

Nato come concorso letterario per racconti e bonsai, con questa “veste” ha affrontato tre edizioni, sperimentando che la vecchia formula del concorso letterario non è di questa epoca.

Così abbiamo deciso di salvare “Parole nel Cassetto” trasformandola in un evento letterario dinamico e innovativo.

Con il Patrocinio del Comune di Ceccano, Sabato 9 luglio dalle 16.30 alla Villa comunale di Ceccano andrà in scena una iniziativa fresca e vivace, che riserverà sorprese a tutti.

Venerdì 1° Luglio, ad una settimana dall’evento, dalle 19.30 al Cerevisia di viale Fabrateria Vetus organizzeremo un “contest letterario”, in cui i partecipanti avranno un’ora per scrivere un racconto di 200 parole avendo due indizi da inserire nella storia. Queste saranno poi pubblicate su facebook e votate per una settimana dagli utenti. In palio un buono acquisto in libri messo a disposizione dalle Librerie Ubik e Il Grillo Parlante di Frosinone.

Il giorno dell’evento, Sabato 9 Luglio, si inizierà alle 16.30 con una lettura animata di fiabe per bambini, con Roberta Cassetti e Maria Antonietta Rossi, incentrata sulla figura del lupo di Mario Ramos.

Poi, dalle 18, sarà il momento delle scoperte con il dibattito-confronto avrà come tema “Dove va la letteratura?”, moderato da Rita Irene Cipriani. Il tema del confronto partirà da questi presupposti: La nuova frontiera della letteratura è la rete. I linguaggi si sono evoluti, i lettori si sono evoluti, gli scrittori si sono evoluti. Come si fa oggi, nel bel mezzo di un’epoca dominata dai social media, a raccontare storie? Come è e come sarà la letteratura del futuro? Chi sono e chi saranno i nuovi narratori?
Al confronto parteciperanno Francesco Lamorgese (blogger di DocnRolla); Eugenio Curatola, autore del blog Dodicirighe, storie in 12 righe che sta riscuotendo un enorme successo in rete; e Gemma Gemmiti, creatrice della Gemma Edizioni, una casa editrice che sta sperimentando nuove forme di promozione per lanciare giovani autori.

Subito dopo il confronto, presenteremo l’ebook della raccolta di racconti degli allievi del laboratorio di scrittura creativa, con un reading composto da stralci dei vari racconti.

Per seguire tutti i dettagli e gli sviluppi vi rimandiamo a seguire la nostra pagina Facebook e il nostro sito https://indiegesta.com/
sempre aggiornato su tutte le novità.

Ops, come da 15 anni a questa parte, l’evento è GRATUITO.

13441836_10153787475323215_1412038432_o

Arrivare alla fine di Suraíz è stato come scendere da una vecchia corriera dopo aver percorso migliaia di kilometri tra la Patagonia e la Bassa California. Abbiamo viaggiato, e con noi un pubblico variegato, curioso e divertito, attraverso usanze, colori, suoni e sapori di una terra magica, che mescola le tradizioni europee con quelle pre-colombiane. Una terra, l’America Latina, che è sacro e profano, bianco e nero, triste e divertente, un meltin pot che in un evento di poche ore siamo riusciti, anche se in minima parte, a ricreare e ad offrire ad una città che si dimostra sempre più aperta verso le diversità culturali. Suraíz è stato un evento diverso dal solito, non solo per le tematiche e le iniziative proposte, ma è stato diverso perché ha modificato la tradizionale concezione di evento radicata nei nostri territori.

Un esperimento riuscito. Un altro tassello di un mosaico che già dall’inizio dell’anno stiamo cercando di costruire per reinventare il modo di fare cultura nel nostro Paese. Stiamo per festeggiare i 15 anni di attività e abbiamo, tra gli oltre 50 soci attivi, una media età al di sotto dei 26 anni: chi più di noi ha il dovere di sperimentare?

Sono state decine le persone che ci hanno dato una mano, e ringraziarle singolarmente potrebbe risultare difficoltoso e insidioso perché il rischio di dimenticare qualche nome è alto. Per questo ringraziamo con un caldo abbraccio latino, di quelli che ti stritolano le costole, tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di Suraíz. Ognuno di loro ha contribuito a realizzare questo sogno ad occhi aperti. Ognuno di loro ha impiegato tempo e passione in un progetto nuovo, fresco e stimolante. Tutti noi siamo usciti arricchiti da questa esperienza, che è sì stata stancante, ma dalla quale usciamo fuori più determinati che mai.

Per ultimo, una nota agrodolce. Lo ringraziamo, il Comune di Ceccano, perché da 15 anni ci sostiene sempre, in ogni occasione. Da 15 anni si fida di noi, un manipolo di pazzi che con una spesa di appena 96 euro ha messo in piedi un evento internazionale alla Villa comunale, costato zero alle casse comunali. Si fida talmente tanto, che nessun rappresentante istituzionale viene mandato a controllare, o a presenziare. Questo è indice di fiducia, non siamo ironici, lo pensiamo davvero. Ci avrebbe fatto piacere, è chiaro, avremmo offerto un fresco bicchiere di tamarindo, o due chiacchiere in allegria. C’erano tanti eventi in giro, ed era sabato. Li giustifichiamo, sarà per il prossimo evento.

 

DSC_9085

 

Dopo il rinvio, è finalmente arrivato il momento di Suraíz. Sabato 28 Maggio a partire dalle ore 16 alla Villa comunale di Ceccano un pomeriggio all’insegna delle charlas, i dialoghi e scambi di opinioni classici dell’America Latina, da intraprendere magari seduti sul prato sorseggiando un mate; delle piñatas, il gioco tradizionale messicano per eccellenza, con i bambini mascherati che cercheranno di rompere la piñata e scoprirne le sorprese.

Questo il programma di eventi:

Ore 16.00 Apertura Evento con Aree Espositive, Gioco delle piñatas per bambini e proiezione del film di animazione “Il Libro della Vita” di Jorge Gutierrez;

Ore 17.00 Geografia Gastronomica dell’America Latina, dimostrazione culinaria a cura dello chef Danilo Diana dell’Associazione “Amici del Messico”.

Ore 18.00 Proiezione del documentario “Un Azard Habanero”, di Chiara Bellini e Francesco Scura, alla presenza degli autori.

A seguire Aperitivo Latinoamericano e Reading dedicato al Premio Nobel per la Letteratura Gabriel Garcia Marquez.

Da inizio a fine manifestazione, musiche, suoni, immagini e colori dell’America Latina. Un evento da non perdere!

13217267_1716791895242017_6887522633211679706_o

Ci abbiamo provato fino all’ultimo a sfidare le condizioni atmosferiche ma, alla fine, dobbiamo arrenderci. Suraíz, il nostro evento dedicato all’America Latina, è rinviato causa maltempo a Sabato 28 Maggio, dalle ore 16, sempre alla Villa Comunale di Ceccano.

Il lavoro certosino, la preparazione, gli sforzi delle decine di volontari che stanno lavorando con passione a Suraíz non possono rischiare di essere compromessi dalla pioggia. Il 28 maggio sarà per tutti coloro che decideranno di intervenire un pomeriggio indimenticabile, questo possiamo prometterlo!

Restate aggiornati, continueremo a informarvi su tutte le novità.

13095943_1710593695861837_7185762323288997026_n

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 6,575 other followers