Tra gli obiettivi di IndieGesta per il 2013 c’era la scommessa di Parole nel Cassetto.

Volevamo lanciare un sassolino nel mondo della letteratura, dove avevamo fatto solo una comparsata nel 2004/2005 con il concorso di poesie Pensieri di Pace.

Quest’anno la posta in palio era diversa. Volevamo creare un concorso letterario che facesse da ponte ed apripista ad un percorso di costruzione di uno spazio per le parole e le idee.

Lo svolgimento del workshop di scrittura creativa nello stesso giorno in cui era programmata la cerimonia di premiazione non era casuale. Dieci allievi hanno passato una giornata all’insegna della scrittura e della creazione di ministorie e microstorie, sotto la regia del giovane scrittore Giuseppe Truini. Una delle storie create è stata poi letta durante la serata, a suggellare l’inizio di un percorso permanente di “fabbrica di parole e di idee” che nel 2014 nascerà proprio da questa bella prima esperienza.

La serata è stata per noi magica. Due giovanissimi attori, Alessio Marzilli e Federica Diana, hanno fatto vivere al pubblico le emozioni dei quattro racconti premiati. Un giovane e strampalato presentatore, Giovanni Proietta, ha resto il tutto dinamico e leggero. Un grande giornalista, Vincenzo Martorella, ha fatto le veci della giuria spiegando con il suo stile le motivazioni dei premiati, che sono stati, per la sezione bonsai, il racconto Mezzanotte in Italia di Giuseppe Roma (ceccanese emigrato in Germania); e per la sezione racconti: Confessioni di un insonne di Paolo Di Maio (atinese emigrato a Roma e vincitore assoluto); Mezzanotte in..sonne di Lucia Cicciarelli (giovanissima ceccanese, seconda classificata) e Mezzanotte in volo di Elena Marcarini, terza classificata, giunta addirittura da Busto Arsizio (Varese) per ritirare il premio. Le bellissime statuette in legno sono state ideate e realizzate a mano dalle artiste Caterina Malizia e Federica Petrilli.

A conclusione della serata, la poesia dei testi di “Nelle viscere”, nuovo progetto discografico del gruppo Esercizi base per le cinque dita, ieri sera in versione duo acustico.

Così, con l’anima piena delle belle parole ascoltate ieri sera, ci congediamo da una nuova ed esaltante esperienza con la consapevolezza di aver gettato un nuovo seme nella grande prateria. Il seme di Parole nel Cassetto ha iniziato a germogliare e ieri sera abbiamo colto un primo frutto. Ci auguriamo di poterne cogliere altri anche negli anni futuri.

Un grazie immenso alle tantissime persone che hanno collaborato alla realizzazione di questo evento, a tutti loro va un ideale gigantesco abbraccio da parte di tutti noi.

IndieGesta

Il cassetto con le parole..

Advertisements