PHOTOWEEK 2, la rivoluzione culturale continua

Non capita tutti i giorni di sfogliare pagine e pagine di un registro firme e scoprire, dopo tante dediche e commenti, che 1500 persone hanno visitato una mostra fotografica composta da immagini scattate dagli sconosciuti allievi di un corso base di fotografia.

Solo noi ci credevamo, o meglio speravamo, di riuscire a ripetere il miracolo della prima edizione della Photoweek, quando inaspettatamente raggiungemmo il traguardo dei mille visitatori lasciando tutti, noi compresi, senza parole e con un fardello non di poco conto: fare di meglio.

Già non era facile bissare i 40 iscritti al Photolab del 2012. Pensavamo di aver “raschiato il fondo” sugli appassionati di fotografia ceccanesi. Invece, tempo due settimane di pubblicità per i corsi 2013, e arriviamo di colpo a 47 iscritti. E’ stato quello, quel bis che superava il successo dell’anno precedente, a stimolarci a fare di più sia durante il corso che durante la preparazione della mostra, scegliendo un tema che più difficile non poteva essere: il cinema italiano. Impostare una mostra fotografia omaggiando i capolavori del cinema italiano era una cosa da pazzi. Significava esporsi alle critiche dei sapientoni e degli appassionati; significava sacrificare pellicole indimenticabili ma difficilmente “fotografabili” a vantaggio di altre magari meno significative ma con maggiore impatto visivo. Era una sfida ardua, più grande di noi, ma che crediamo di aver vinto proprio per il risultato che siamo riusciti a raggiungere.

Da maggio a luglio 47 allievi del corso base, 4 allievi del corso avanzato, 10 tra responsabili del corso e collaboratori e una ventina di persone scelte metodicamente come modelli, hanno lavorato ogni giorno per riuscire a ricostruire da zero alcuni dei momenti più indimenticabili del nostro cinema. Chi si è vestito da Totò o da Mastroianni per I Soliti Ignoti, chi da Anthony Quinn per La Strada, chi da Clint Eastwood per l’omaggio agli spaghetti western. La valenza sociale di una estate passata da quasi 100 ceccanesi, tra i 14 e i 52 anni, a guardare, studiare, ricostruire e fotografare momenti del grande cinema per preparare una semplice mostra è stata immensa. A nostro avviso la sola preparazione della mostra “C’era una volta il Cinema” è valsa il programma di una intera stagione culturale, pensando poi al fatto che le 100 persone impegnate portavano in famiglia e tra gli amici quell’entusiasmo e quello zelo che in tante altre realtà più osannate si sognano.

Non ci soffermeremo ad elogiare le cifre record della seconda edizione della Photoweek, ma su una cifra in particolare vogliamo soffermarci con orgoglio, per spingere a riflettere chi sostiene che le iniziative non si possono fare perché mancano i fondi.

La Photoweek 2013, l’evento di maggiore successo del 2013 a Ceccano e tra i più riusciti a livello provinciale, ci è costato 84,07 euro. Non stiamo scherzando. Conti alla mano: 1100 euro spesi tra stampe, allestimento e logistica a fronte di 1015,93 euro incassati tra sponsor, iscrizioni ai due workshop e offerte libere dei visitatori. Nessun contributo pubblico (non lo abbiamo chiesto). Un solo sponsor, Pixel Studio Art, che è stato ancora una volta protagonista grazie al successo strepitoso del set fotografico in cui i visitatori potevano farsi fotografare gratuitamente con oggetti horror o western, godendo anche della possibilità di farsi truccare dalla make up artist ceccanese Daniela D’annibale.

84,07 euro di spesa, 1500 visitatori entrati nel Castello dei Conti per vedere la mostra degli allievi del nostro corso di fotografia.

La rivoluzione culturale parte anche da questo, coinvolgere i giovani, renderli protagonisti della vita culturale della città, spendere il meno possibile in denaro e il massimo possibile in entusiasmo e creatività.

Un futuro migliore è possibile. Grazie di cuore a tutti coloro che lo stanno rendendo tale.

1500 visitatori per la seconda Photoweek

Photoweek 2, partenza record! E da stasera iniziano i workshop

Più di 800 visitatori nel primo fine settimana di Photoweek hanno assistito alla mostra “C’era una volta il Cinema”, l’omaggio ai capolavori del cinema italiano realizzato dagli allievi del Photolab, il corso di fotografia,base ed avanzato della Dieciminuti Academy di IndieGesta. La mostra proseguirà fino al 29 settembre dalle 18 alle 23. All’interno della mostra lo studio PixelStudioArt e la make up artist Daniela D’Annibale, dopo il successo delle foto a tema western che hanno coinvolto nei primi due giorni centinaia di visitatori, realizzeranno fino a mercoledì prossimo foto e trucchi a tema horror.

Intanto questa sera prenderà il via anche il primo workshop in programma: FullinMotion, workshop sulla tecnica di animazione in stop motion. Al via stasera dalle ore 21 fino a mercoledì, il workshop porterà gli allievi a produrre dei brevi cortometraggi animati che saranno poi presentati a gennaio nel corso della nona edizione del Dieciminuti Film Festival.

image

PHOTOWEEK 2, il regolamento dell’estemporanea ClicktheBike

Nell’ambito della seconda edizione della Photoweek, in programma dal 21 al 29 settembre al Castello dei Conti di Ceccano (Fr), IndieGesta e Assessorato allo Sport del Comune di Ceccano presentano ClicktheBike, una Estemporanea di Fotografia dedicata al Trofeo Mountain Bike che si svolgerà sabato 28 settembre per i vicoli del centro storico di Ceccano.

L’estemporanea avrà la stessa durata della gara di mountain bike, ossia dalle 18 fino a fine manifestazione, e avrà come tema la manifestazione stessa inquadrata nella bellezza dei vicoli del centro di Ceccano in notturna.

REGOLAMENTO DELL’ESTEMPORANEA

1. TEMA E ELABORATI RICHIESTI
1.1 Il tema proposto è quello di catturare i vari momenti significativi della gara inquadrati nel contesto del centro storico di Ceccano.
1.2 Ogni candidato potrà presentare un numero massimo di due elaborati, eseguiti con qualsiasi tecnica.
1.3 Ogni elaborato potrà essere post-prodotto in maniera minima.
1.4 La Post-produzione consentita è minima: livelli; contrasto; Bianco e nero; ritagli. Non sono consentiti fotomontaggi o alterazioni dell’immagine. Gli elaborati eccessivamente ritoccati o ritenuti artefatti saranno esclusi dal concorso.

2. ISCRIZIONE E PARTECIPAZIONE
2.1 La partecipazione è aperta a tutti gli amanti della fotografia, professionisti e non.
2.2 Le iscrizioni si prenotano via email all’indirizzo info@indiegesta.org e saranno formalizzate sabato 28 settembre tra le ore 17 e le ore 19 presso un punto accoglienza collocato all’interno del Castello dei Conti di Ceccano.
2.3 Il candidato potrà iscriversi all’evento, compilando l’apposito modulo messo a disposizione dai ragazzi dello staff nel punto accoglienza. Ad ogni partecipante verrà attribuito un numero di iscrizione da riportare al momento della spedizione degli elaborati e un badge identificativo.

3. CONSEGNA DEGLI ELABORATI
3.1 La consegna degli elaborati avverrà tramite posta elettronica entro e non oltre le ore 13.00 di domenica 29 settembre 2013.
3.2 Gli elaborati dovranno essere nominati come segue: numero iscrizione_01 e numero iscrizione_02. Gli stessi non dovranno contenere firme o segni di riconoscimento dell’autore.

4. ESPOSIZIONE E PREMIAZIONE DEGLI ELABORATI
4.1 Gli elaborati verranno esposti a cura dell’Assessorato allo Sport del Comune di Ceccano.
4.2 Una giuria, formata da esperti tecnici e rappresentanti degli enti organizzatori, avrà il compito di segnalare le foto meritevoli.

PREMI:
I CLASSIFICATO: Buono stampa Photoalbum
10 pagine in carta fotografica
Massimo 40 foto a scelta
Dimensioni 20×27 cm.
Copertina rigida di colore a scelta bianco/nero
offferto da Photo Digital Discount di Ceccano.

L’iscrizione all’Estemporanea è gratuita ma per poter partecipare è necessario prenotare il badge di iscrizione.

Per iscriversi basta mandare una mail con
nome, indirizzo, data di nascita e contatti a
info@indiegesta.org

 

click the bike

PHOTOWEEK 2!! Dal 21 Settembre al Castello dei Conti

La locandina della Photoweek L’Associazione culturale IndieGesta, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ceccano, presenta la seconda edizione della PHOTOWEEK, una settimana dedicata al mondo della fotografia.

L’evento, che prenderà il via sabato 21 settembre alle ore 18 con l’inaugurazione della Mostra “C’era una volta il Cinema” realizzata dai 47 allievi del “PhotoLab”, il laboratorio di fotografia promosso da IndieGesta nell’ambito dei laboratori della Dieciminuti Academy, si protrarrà per tutta la settimana nella splendida cornice del Castello dei Conti di Ceccano.

Dopo il tuffo negli anni settanta della prima edizione, quest’anno gli allievi del PhotoLab, guidati dai docenti Serena Carcasole, Angelo Macciocca e Giovanni Masi, si sono immersi tra i capolavori che hanno reso grande il cinema italiano. Sono stati realizzati omaggi ai grandi registi che hanno reso celebre il nostro cinema in tutto il mondo: Federico Fellini, Vittorio De Sica, Dino Risi, Mario Monicelli, Pietro Germi, ma anche grandi maestri del cinema di genere come Sergio Leone e Mario Bava, solo per citarne alcuni. Sono stati ricostruiti dei set di pellicole indimenticabili, con gli allievi che hanno potuto immortalare e rivisitare i vari capitoli della grande storia italiana legata a doppio filo al mondo della settima arte.

I partecipanti alla Mostra sono: Alberto Zauli, Alessandro Ciotoli, Alessio Ciriaci, Alessio Marzilli, Andrea Aversa, Andrea Del Brocco, Andrea Ferrigato, Asia Diana, Clarissa Pizzuti, Cristina Micheli, Daniela Maura, Daniele Fontana, Davide Bucciarelli, Davide Ferri, Davide Tiberia, Diego Capoccetta, Dinara Eksanova, Elena Liburdi, Elisa Protani, Emanuela Lo Scalzo, Emiliano Carlini, Ettore Ferrara, Federica Petrilli, Federico Angeletti, Felice Cicciarelli, Francesca Ferraro, Francesca Vitali, Francesco Donvito, Gaia Terenzi, Giada Bartoli, Giada Di Stefano, Giorgia Malizia, Giulia Ciriaci, Giuseppe Masi, Laura Perrucci, Liliana Lisi, Luca Di Folca, Marco Alboreto, Marica Staccone, Matteo De Santis, Monica Di Fabbio, Riccardo Bruscino, Sabrina Lucchetti, Sergio Scordino, Silvia Malizia, Simone Del Brocco e Simone Sudato.

La Mostra sarà inaugurata Sabato 21 settembre alle ore 18 e resterà aperta tutti i giorni fino al 29 settembre dalle 18 alle 23.

Oltre alla Mostra, l’evento prevede una serie di eventi legati al mondo della fotografia. Il primo sarà un workshop dal titolo FullInMotion, dedicato all’arte dell’animazione in stop-motion, la tecnica di animazione fotografica resa famosa da film come “Nightmare Before Christmas” e “La Sposa Cadavere”. Il workshop sarà aperto a tutti, principianti ed amanti del genere, e prevede una rapida introduzione teorica e una consistente parte pratica e laboratoriale. Il tutto sarà curato da Serena Carcasole e inizierà lunedì 23 settembre dalle ore 21 per tre sere fino a mercoledì 25 settembre. I lavori realizzati dagli allievi saranno poi proiettati nelle varie serata della nona edizione del Dieciminuti Film Festival.

Il secondo workshop sarà dedicato alla Fotografia in Bianco e Nero e sarà tenuto dal grande fotografo Marco Schirinzi, esperto Photoshop certificato dalla Adobe, che dopo il successo dello scorso anno (il ws “Tutti pazzi per il Digitale” ebbe un enorme numero di iscritti) tornerà alla Photoweek per parlare di una delle tecniche più amate dai puristi, il bianco e nero, che con l’avvento del digitale può ancora avere un ruolo importante nel mondo della fotografia. Il workshop si svolgerà in due serate mercoledì 25 e giovedì 26 settembre dalle ore 18 alle ore 21.

L’ultimo evento collaterale della Photoweek si svolgerà sabato 28 settembre in concomitanza con la gara in notturna di Mountain Bike promossa dall’Assessorato allo Sport del Comune di Ceccano. L’evento si chiama Click the Bike e sarà una estemporanea di fotografia che si svolgerà durante la gara, che prevede un percorso molto suggestivo all’interno del centro storico di Ceccano.

L’ingresso alla Mostra è gratuito. Le iscrizioni ai workshop FullInMotion e Fotografia in Bianco e Nero hanno un costo di 20 euro ciascuno. Chi si iscriverà e frequenterà entrambi i corsi potrà usufruire di una promozione al costo di 30 euro per entrambi i workshop. L’iscrizione all’estemporanea Click the Bike è invece gratuita. Per iscriversi e prenotarsi è necessario inviare una mail con i propri dati personali (nome e cognome, data di nascita, recapito postale, telefono, email) all’indirizzo email: info@indiegesta.org

La settima Imboscata, un tuono che ha rotto il silenzio

Come un tuono che ha rotto il silenzio, svegliando tutti.

 Questa è stata la settima edizione dell’Imboscata. Arrivata in sordina a fine estate, con un budget ridotto all’osso, al culmine di una stagione mai così avara di eventi per i ceccanesi, costretti a due mesi di esilio per assistere ad eventi altrui.

 La boccata di ossigeno, quella che è riuscita a portare più di mille persone in due giorni alla Villa comunale, è arrivata con l’evento storico per la musica underground ciociara, quello che per la generazione degli anni novanta era rappresentato da “Odori Sotterranei” e per la generazione degli anni zero del duemila è rappresentato da “L’Imboscata”.

 Un evento unico, sempre uguale a sé stesso per precisa volontà di chi lo organizza eppure sempre diverso, perché dà spazio e riflettori a tutta quella miriade di piccoli gruppi che scrivono e producono musica e idee proprie, cercando di resistere alla dittatura delle cover band che sta monopolizzando i locali del nostro territorio.

 C’era voglia, da parte nostra come da parte di tutte le persone che sono state alla Villa in questi due giorni, di stare fuori, all’aperto, ascoltando musica, incontrando persone, godendosi gli ultimi sprazzi di estate in tempo di crisi.

 Proprio quella crisi, economica e non solo, sta alla base di eventi come L’Imboscata, nati e cresciuti con pochi spiccioli e tante idee, un esempio che andrebbe seguito e che dimostra come non occorra spendere tanti soldi per avere eventi culturali di livello.

 Occorrono tante idee e tanto spirito di sacrificio. Per questo, per avere avuto ancora una volta la possibilità di raccontare una bella storia, ringraziamo tutti coloro che hanno lavorato per rendere L’Imboscata possibile: il Comune di Ceccano, che ci ha sostenuto; i nove gruppi che si sono esibiti; il nostro service Muzak; i nostri sponsor; le nostre decine di ragazze e ragazzi che come ogni volta ormai lasciamo per ultimi nei ringraziamenti ma che teniamo in prima fila nel nostro cuore.

Grazie a tutti, alla prossima Imboscata!

il pubblico dell'Imboscata